Notizie

Notizie

Il 20 ottobre, durante la conferenza dell’Associazione americana di medicina riproduttiva (ASRM) ad Atlanta, sono stati esposti i risultati di una ricerca condotta su 2574 coppie di pazienti delle cliniche di riproduzione americane. Tale ricerca ha dimostrato che l’assunzione di bevande alcoliche diminuisce la possibilità di successo con la FIVET.

Secondo i dati presentati dai ricercatori della facoltà di medicina di Harvard, l’assunzione di un equivalente alcolico pari a due bottiglie di birra “forte” o di due boccali di vino alla settimana (6 unità convenzionali) diminuisce del 18% la possibilità per le donne di rimanere incinte, per i maschi del 14% la possibilità di fecondare con il proprio seme. Si ha un effetto totalmente negativo in caso di uso di vino bianco da parte delle donne e di birra da parte degli uomini. I medici consigliano alle coppie che hanno deciso di ricorrere alla FIVET di astenersi in ogni modo dall’assunzione di sostanze alcoliche prima della fecondazione. I risultati della ricerca hanno dimostrato che per le donne che hanno assunto bevande alcoliche da 1 a 9 unità convenzionali di vino bianco alla settimana, probabilmente la nascita di un bambino è diminuita del 24% e il rischio di rigetto dell’embrione impiantato è aumentato del 23%. Gli uomini che hanno bevuto settimanalmente una bottiglia di birra, la probabilità di diventare padre è diminuita del 30% e il rischio di una procedura di impianto è cresciuto del 38%. Le cellule sessuali maschili e femminili si formano nel corso di tre msei prima della fecondazione. Pertanto, per aumentare le possibilità di fecondazione, le donne devono smettere di fumare in anticipo, diminuire l’uso di bevande alcoliche e diminuire la massa corporea se il loro peso supera di molto la norma. Se cercate di fare un figlio dunque con l’aiuto della fecondazione artificiale è dunque necessario evitare completamente il consumo di bevande alcoliche.

Tutte le notizie

Con il nostro aiuto diventerete genitori!

Fai una domanda

Fissa un appuntamento